Perché passare dal Garmin 735XT al Fenix 5X Plus?

Oggi proverò a fare un piccolo resoconto del passaggio dal Garmin 735XT al Fenix 5X Plus... E' il caso di farlo? Vale la spesa? Ecco alcune considerazioni.

Oggi proverò a fare un piccolo resoconto del passaggio dal Garmin 735XT al Fenix 5X Plus... E' il caso di farlo? Vale la spesa? Ecco alcune considerazioni.

Dal Natale 2016 sono un felicissimo possessore di un Garmin 735XT, il cardiofrequenzimetro multisport di Garmin che ancora oggi ricopre un ruolo importante nel panorama dei prodotti della casa statunitense. Si tratta di un modello leggero, non eccessivamente ingombrante, molto performante e semplice nell'utilizzo. Nel corso di questi anni di utilizzo ho potuto apprezzarne le qualità soprattutto nell'ambito del running e del trail running, ma mi ha accompagnato anche durante varie escursioni in montagne e in varie uscite ciclistiche. Ecco di seguito le principali funzioni che il sito Garmin pubblicizza per questo modello:

  • Tecnologia Garmin Elevate per la rilevazione cardio dal polso
  • Rilevamento satelliti GPS/GLONASS
  • Profili multisport precaricati e personalizzabili
  • Metriche fisiologiche: stress score, condizione delle prestazioni e soglia anaerobica
  • Fornisce la stima del VO2 max, tempi di recupero e previsione dei tempi di gara
  • Dinamiche di corsa avanzate e funzioni running
  • Metriche di nuoto indoor e in acque libere
  • Compatibile con fasce cardio HRM-Tri e HRM-Swim
  • Adatto per il ciclismo e compatibile con Vector e Varia
  • Funzioni fitness band per uno stile di vita più sano
  • Con Smart Notification visualizza le notifiche del tuo smartphone sul display
  • Display a colori, impermeabile fino a 5 ATM e autonomia fino a 9 giorni
  • Compatibile con Garmin Connect Mobile
  • Quadranti personalizzabili e download di app e widget su Connect IQ Store

Sicuramente si tratta di un panel di caratteristiche di tutto rispetto e, infatti, da assiduo utilizzatore del prodotto non posso che ritenermi pienamente soddisfatto.

Nel corso del 2018, però, mi sono concentrato con più dedizione anche sui trail (sia per allenamento che anche in gara) e quindi mi sono sentito "attirato" dalle nuove funzione che venivano sapientemente pubblicizzate in merito al Fenix 5X Plus. Ecco, anche in questo caso, un elenco delle principali caratteristiche fornite dal sito Garmin:

  • Innovativo smartwatch GPS multisport con tecnologia Cardio da polso e mappe TopoActive a colori dell'Europa con calcolo dei percorsi in base alla popolarità Trendline per aiutarti a trovare e seguire i migliori itinerari
  • Il sensore di acclimatazione Pulse Ox al polso fornisce informazioni sui livelli di saturazione dell'ossigeno nel sangue — utile soprattutto nelle attività in alta quota
  • Ideale per ogni attività con un design studiato per ogni tipo di ambiente che include una lente in zaffiro antigraffio, lunetta e fondello in acciaio inossidabile o in titanio DLC (Diamond-Like Carbon)
  • Memorizza e riproduci con facilità fino a 500 brani sull'orologio e connettiti con gli auricolari Bluetooth (venduti separatamente) per ascoltare la musica senza il telefono
  • Compatibile con Garmin Pay, la soluzione di pagamento contactless che ti consente di effettuare pagamenti direttamente dal polso con lo smartwatch, senza l'utilizzo di contanti o carte di credito
  • È dotato di una bussola a tre assi, un giroscopio e un altimetro barometrico. Oltre alla rilevazione GPS, supporta il sistema GLONASS o Galileo, per la miglior localizzazione nei luoghi più impervi, nei quali il solo sistema GPS non sarebbe sufficiente
  • Prestazioni della batteria: fino a 20 giorni in modalità smartwatch e 13 ore in modalità GPS con la musica (a seconda delle impostazioni)

Come potete vedere, si tratta di funzioni che non comparivano nella descrizione del 735XT e che, nel mio caso, hanno avuto un ruolo importante nella scelta. 

Vediamo però, a questo punto, di fare qualche considerazione.

Innanzitutto partiamo dal fatto che il 735XT è stato il primo cardiofrequenzimetro di "livello" che ho avuto e che, in quel momento, rappresentava per me il massimo di quanto potessi avere bisogno. L'acquisto, con fascia cardio HRM-Run inclusa, ha richiesto 450 euro circa e quindi si è trattato di un investimento comunque importante. Nel corso dei due anni di assiduo utilizzo non ho avuto particolari problemi da segnalare e l'estrema "personalizzazione" che consentono i dispositivi Garmin ha fatto sì che fosse anche mantenuto vivo l'interesse per il prodotto. Nel tempo, viste anche le progressive necessità in ambito di preparazione e di gara, ho integrato la dotazione software di base con app e campi dati vari, che mi hanno consentito appunto di colmare alcune impellenze che crescevano in me. 

E poi, quindi, cosa è successo??

Beh, innanzitutto è nata in me la necessità di poter disporre di mappe anche sull'orologio, in quanto la mia frequentazione di zone poco frequentate (per non dire peggio) e totalmente nuove per me è diventata sempre maggiore. Il 735XT mi consentiva di caricare la traccia del percorso ma, obiettivamente, la visualizzazione in corsa dello stesso mi andava un po' stretta. E poi, diciamocelo chiaramente, il marketing sa lavorare bene su queste debolezze e fare breccia dentro di noi!! E, infatti, sempre legata alla funzione dei tracciati, mi attirava tantissimo la funzione Climb Pro, che permette di analizzare direttamente sul device il numero di salite che si percorreranno, la velocità verticale istantanea e la pendenza da affrontare, sotto forma numerica e grafica. Basta infatti caricare sul Fenix 5X Plus il percorso in programma per avere disponibili, con una rapida occhiata, tutte le informazioni che ci servono. Potete trovare sulla pagina ufficiale del sito Garmin un esempio di utilizzo di tale funzione, importantissima per il trail running e lo sky running. E poi, sempre nell'ottica "evolutiva", mi interessava l'altimetro barometrico, anche se per questo strumento le impressioni contrastanti degli utilizzatori mi lasciavano un po' dubbioso. In più, le indicazioni sul Training Status e il Pulse Ox rappresentavano delle funzioni, sebbene - obiettivamente - di modesta utilità per un utilizzatore come me, comunque interessanti.

A fine 2018, quindi, mi sono deciso ad effettuare il nuovo investimento, un acquisto che all'epoca, grazie ad alcune promozioni, si aggirava sui 650 euro con un cinturino in omaggio.

Ma quindi, alla fine, che dire di questo passaggio??

Allora, innanzitutto stiamo parlando di due dispositivi piuttosto diversi e che, conseguentemente, hanno target diversi.

Il 735XT è un fantastico alleato del runner, del triatleta, del ciclista (anche se in questo caso Garmin offre anche altri prodotti), del nuotatore... Posso dire che è il massimo per chi cerca le funzioni importanti e basilari per quelle attività che hanno bisogno di essere "registrate" e non "preparate". Mi spiego meglio: il 735XT è spettacolare se si ha bisogno di tenere traccia delle varie attività che vengono svolte, senza necessità di programmarle a tavolino e senza aver bisogno di essere "navigati" durante le stesse. Consente la creazione di allenamenti anche "complessi" e grazie all'integrazione con le App IQ permette di monitorare anche molte altri aspetti.

Il Fenix 5X Plus è, invece, anche un gioiello tecnologico indicato per tutti coloro che cercano l'assistenza (intesa come la guida e la navigazione); alle caratteristiche del 735XT abbina infatti tutta l'area delle Mappe e della Navigazione, importante per coloro che cercano un prodotto utilizzabile anche ai fini escursionistici. Certo, queste funzioni (oltre al Pulse OX, ad esempio) si rivolgono soprattutto a coloro che frequentano la montagna o, comunque, le zone poco frequentate. Le altre funzioni (Musica, Garmin Pay, ecc.) non le considero neppure perché in questa sede mi limito ad un giudizio per uso prettamente sportivo e non da smartwatch.

In conclusione ritengo che il passaggio dalla linea Forerunner a quella Fenix sia indicata per il trail runners, gli escursionisti e tutti quei runners che vogliono inserire un po' di avventura nelle loro attività. Per tutti gli altri runners, il 735XT (o comunque gli altri prodotti della linea Forerunner e simili) sono più che sufficienti per colmare le necessità principali. Anche io, ancora oggi, alterno i due prodotti a seconda delle attività che voglio fare.

Il 735XT, insomma, non è stato "sostituito" dal Fenix 5X Plus ma è stato "affiancato", anche se le necessità che mi hanno spinto all'acquisto fanno sì che, ovviamente, il Fenix sia il prodotto attualmente da me più utilizzato.

Se siete interessati al mondo degli sportwatch Garmin e cercate approfondimenti, informazioni, discussioni e pareri visitate la Pagina Facebook del Gruppo Garmin Sportwatch Italia!!