Precisazioni per la lettura

  • Alcune premesse

    Alcune premesse necessarie per una corretta lettura delle informazioni: la nostra famiglia è composta di quattro persone, due adulti e due bimbe, nate una nel 2014 e l’altra nel 2016; viviamo in un posto meravigliosamente bello… ma lontanissimo da tutto; il viaggio è finalizzato alla gara, che rimane sempre (o quasi…!) la parte più importante.
  • Un po' di storia...

    Quando mio marito il 13 agosto 2016 durante un abbondante pranzo di famiglia ha annunciato: “da domani inizio a correre!”, sapevo benissimo che la cosa non sarebbe finita lì. Non è il tipo che fa le cose tanto per fare e alla fine riesce sempre a coinvolgermi (almeno in parte!).

Un po' di storia...

Quando mio marito il 13 agosto 2016 durante un abbondante pranzo di famiglia ha annunciato: “da domani inizio a correre!”, sapevo benissimo che la cosa non sarebbe finita lì.

Non è il tipo che fa le cose tanto per fare e alla fine riesce sempre a coinvolgermi (almeno in parte!).

All’epoca ero all’ottavo mese di gravidanza, stava per arrivare la nostra seconda bimba e la “grande” aveva 2 anni e io mi sono detta “Frenalo un pochino, i prossimi anni saranno impegnativi, non abbiamo tempo da perdere!”. Così da brava moglie brontolona ho posto le mie condizioni: ok la corsa, lo sport, lo svago, ma che non ti venga in mente di fare gare!

L’accordo è durato fino a Natale 2017, quando ho capito che non avrebbe più funzionato: ormai in casa mia giravano tabelle di allenamento, giornali sulla corsa, si condividevano articoli sull’ultimo paio di scarpe da running uscite, era nato Run4Discover… Così mi sono decisa e sotto l’albero ho messo la prenotazione della tanto agognata visita medico-sportiva che permetteva di darsi all’agonismo, ma…. Gare sì, ma in posti nuovi per far sì che la corsa diventasse una scoperta anche per il resto della famiglia che per età e “impegni” (per pigrizia, vi direbbe lui!) non corre.

Così la passione per la corsa è diventata una passione comune e le gare vengono programmate non solo sulla base dei tracciati che piacciono all’atleta di casa, ma anche cercando i posti migliori da scoprire insieme, in cui ci siano opportunità di svago e divertimento per tutta la famiglia.

Abbiamo così iniziato a organizzare i nostri primi week end sportivi fuori porta e da lì è nata l’idea di questa nuova sezione del sito, per dare spazio non solo a chi corre, ma anche a chi “rincorre” questi atleti fornendo supporto morale e materiale durante le gare.

Solitamente quando c’è una gara in vista prenotiamo insieme la sistemazione poi lui inizia a studiare i tracciati e io cerco di capire cosa fare con le mie bimbe nell’ora e mezza di gara (riusciamo a vederlo? C’è un parco giochi in zona?) e di raccattare informazioni riguardo alle cose principali da vedere tutti insieme nel poco tempo che ci rimane dopo gli impegni sportivi e ai posti migliori per mangiare.

Così è nata l’idea di questo nuovo spazio dedicato non solo agli atleti ma anche a chi li accompagna.

Iniziamo a raccontarvi cosa abbiamo visto noi e come ci siamo organizzati, se poi qualcun altro ha già fatto gare che noi non abbiamo provato o ha alternative da suggerire (anche perché noi siamo tarati sulla “famiglia con bambini piccoli”, per i single,le coppie e le famiglie con ragazzi più grandi sicuramente i posti da visitare e le esperienze possono essere diverse) noi saremo felicissimi di leggerle e pubblicarle, per fare in modo che i fine settimana sportivi siano sempre a misura di famiglia!

Buon viaggio... e buona scoperta!

Vai al Blog... DISCOVER!