Previous Next

Corse serali in inverno e... in montagna

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tra pochi giorni tornerà l'ora solare e per chi, come me, svolge allenamenti infrasettimanali dopo l'orario di lavoro, si avvicina il periodo delle corse al buio.

Personalmente non provo particolari problemi a correre in queste condizioni (che per me vogliono dire buio e freddo) però è fuori di dubbio che il runner si senta un po' meno a proprio agio.

Innanzitutto i percorsi sono sicuramente limitati, e spesso si riducono a circuiti su strade asfaltate il più possibile illuminate (anche se nei paesi di montagna l'illuminazione pubblica non è - fortunatamente per altri versi - presente ovunque). Le strade sterrate e i sentieri sono sicuramente meno attraenti in questo periodo, perché nascondono inevitabilmente insidie maggiori rispetto a periodi in cui le condizioni climatiche sono più favorevoli; ognuno di noi sa che il fogliame caduto da gli alberi, che tappezza il terreno, e la presenza di fondo spesso umido, uniti alla poca luce, riducono di molto la naturalezza del gesto atletico, creando tensioni e limitando quindi le prestazioni. Credo tuttavia che sia anche un buon allenamento, che può dare i suoi frutti al ritorno della bella stagione: farsi le ossa con condizioni difficili allena la mente e fa si che il cervello si abitui anche a condizioni difficili.

Proprio in tema di percorsi, mi collego alla genesi di questo sito: la prima idea, nata da una mia esigenza, è di creare una raccolta di tracciati che possano essere utilizzati da ogni runner in base alle proprie esigenze, alle proprie capacità, ma anche al periodo di allenamento. Vivendo in una località a forte vocazione turistica come la Valle d'Aosta, ho pensato ai molti runner o trail runner che, venendo in zona per qualche giorno di vacanza anche in inverno, potrebbero trarre spunto da questo database e dare sfogo alla loro passione, filtrando però i percorsi a loro, in quel momento, più congeniali. Pur essendo consapevole che vi siano già siti del genere, credo però che una raccolta meno "internazionale" e "globalizzata" - se mi permettete forse più tecnica - di percorsi, derivante dalla contribuzione spontanea e volontaria da parte degli utenti, possa dare un qualcosa in più agli appassionati di running e di trail running.

Per tornare alle condizioni serali e invernali, assodata ormai la scelta del percorso più adeguato, credo che ognuno di noi debba fare estremamente attenzione all'abbigliamento - non tanto relativamente al "peso" della protezione - quanto alla presenza di effetti riflettenti, che agevolino la sua visione da parte degli automobilisti. Oltre a questi accorgimenti, è ovviamente essenziale avere una luce frontale che ci consenta di illuminare il percorso e, perché no, una luce di segnalazione posteriore.  Da qualche settimana sto testando una luce a led, frontale e con segnalazione posteriore, acquistata per meno di 20 euro e dotata di imbrago al petto. Premetto che la qualità costruttiva è ovviamente parametrata al costo dell'oggetto (e che non è quindi pensabile che si possa pretendere una estrema qualità dei materiali) e che non mi affiderei a questo oggetto in caso di gare in notturna, magari su sentieri, che meritano ovviamente uno standing qualitativo maggiore; tuttavia, per un uso "cittadino", in condizioni non eccessivamente estreme (pioggia, forte umidità, ecc.) devo dire che fa il suo lavoro. Tra qualche settimana, dopo un suo più intenso, pubblicherò una recensione sull'oggetto, in modo che si possano valutare i pro e i contro di un oggetto del genere.

A questo punto siamo pronti per... correre, in sicurezza, al buio e al freddo! Dove? Beh, sui tracciati che, spero, ognuno di voi avrà voglia di caricare sul database del sito e condividere con gli utenti!

Iscriviti alle newsletter

Compila i campi seguenti per procedere all'iscrizione alle Newsletter del sito:

Ultime News

04 Settembre 2017
25 Agosto 2017
©2017 Run4discover. Tutti i diritti sono riservati.

Search